Carta dei servizi

Premessa

Riferimenti Normativi

Sezione I – Presentazione aziendale e principi fondamentali Sezione II – Le strutture e i servizi forniti.

Sezione III – Servizi erogati alle Utenze Finali.

Sezione IV – Impegni, standard di qualità e modalità di verifica. 

Sezione V – Indicatori di Qualità del Sistema SII

Premessa

La Carta dei servizi fissa i principi e i criteri per l’erogazione del servizio, prefiggendosi il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • il miglioramento del rapporto tra gli utenti e i fornitori dei servizi;
  • il miglioramento della qualità dei servizi forniti.

La Carta dei servizi assicura la partecipazione dei cittadini, e indica, altresì, precise modalità per le segnalazioni da parte dei cittadini e per le relative risposte da parte del gestore. Nel presente documento vengono fissati i principi e le modalità secondo le quali la Ditta espleta il servizio di erogazione dell’acqua ad uso potabile agli utenti singoli, e all’ingrosso per i Comuni già serviti, concordemente con le condizioni previste nel contratto di fornitura. Per quanto non espressamente previsto nella carta dei servizi, si rimanda al contratto di fornitura.

Riferimenti Normativi

La Carta del Servizio è stata redatta nel rispetto dei principali riferimenti normativi nazionali ed europei relativi ad essa: 

  • Direttiva 91/271/CEE del Consiglio, del 21 maggio 1991, concernente il trattamento delle acque reflue urbane;
  • D.P.C.M. del 27/01/94, “Principi sull’erogazione dei servizi pubblici”; 
  • D.P.C.M. del 1 9/05/1995 in cui sono emanati schemi generali di riferimento di carte di servizi pubblici; D.L. 30/07/1999 n° 286 (Art. 11), che prevede l’obbligo dell’utilizzo dello strumento della Carta del servizio da parte dei soggetti erogatori, al fine di assicurare la tutela dei cittadini e degli utenti e la loro partecipazione, nelle forme, anche associative;
  • D.P.C.M del 29 aprile 1999, “Schema generale di riferimento per la predisposizione della Carta del Servizio idrico integrato”; Direttiva 24 marzo 2004 del Ministro della Funzione Pubblica – Rilevazione della qualità percepita dai cittadini; Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale; Legge n. 244 del 24/12/2007, art. 2, c. 461;
  • Decreto MISE n 155/2013 e la normativa nazionale su trasparenza ed anticorruzione;
  •  D.Lgs. 30 giugno 2003 del n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e s.m.i.;
  • Legge 7 agosto 1990 del n. 241 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e s.m.i.;
  •  Delibera 655/2015/R/ldr recante” Regolazione della qualità contrattuale del servizio idrico integrato, ovvero di ciascuno dei singoli servizi che lo compongono, dell’’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico integrato.

La Carta del Servizio recepisce le direttive contenute nelle delibere dell’Autorità della regolazione per Energia Reti e Ambiente adeguandosi alle eventuali modifiche.

Essa, sarà sottoposta a processo di revisione ogni due anni o ogni qual volta sarà necessario, per esempio a seguito di mutamenti negli scenari economico-legislativi che riguardano il sistema idrico integrato.

SEZIONE I – Presentazione aziendale e principi fondamentali

L’azienda nasce negli anni settanta come impresa edile stradale, operando in tutta la Sicilia nel settore dei lavori pubblici e di edilizia privata in genere. Grazie alla volontà e all’intuizione del sig. Filippo Lo Castro di diversificare l’attività, e vista la mancanza di acqua nei territori vicini, venne contattato un rabdomante che indicò il punto dove scavare un pozzo. Il terreno ricade in una zona tra Belpasso centro e la frazione di Piano Tavola. Considerando la notevole espansione del territorio, si avviò, grazie all’ausilio di tecnici abilitati, la procedura per lo scavo del pozzo. Una volta ottenuta l’autorizzazione da parte degli organi competenti, si iniziò prima allo scavo e poi alla realizzazione delle condutture idonee alla distribuzione.

L’attività dell’azienda oggi, consiste nella progettazione, manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di captazione, distribuzione e sollevamento, oltre che attività edilizie in genere. Ad oggi la ditta Acque  Lo Castro serve i comuni di Motta Sant’Anastasia, Misterbianco, Belpasso (Piano Tavola e Valcorrente) e l’Acoset SPA. L’acqua è emunta da un pozzo di profondità di circa settanta metri ed è distribuita da una rete idrica di circa 50 km. I requisiti di qualità dell’acqua sono controllati e monitorati durante tutto il corso dell’anno, pertanto Acque Lo Castro ha ottenuto l’autorizzazione per il consumo umano dell’acqua. L’esperienza dello staff tecnico induce l’azienda ad intervenire tempestivamente per risolvere qualsiasi guasto sulla rete idrica ed assicurando immediatamente una corretta erogazione alla popolazione servita.

Principi fondamentali

Uguaglianza e imparzialità. La ditta si impegna ad espletare il servizio di distribuzione d’acqua potabile rispettando i seguenti principi fondamentali di uguaglianza e imparzialità. I servizi erogati sono finalizzati fino al soddisfacimento dell’utente, e uguali per tutti, impegnandosi a garantire parità nel trattamento, gestendo con particolare attenzione le fasce sociali più deboli.

Continuità nel servizio. La ditta si impegna a garantire la continuità del servizio di erogazione, e ove si verifichi l’interruzione per scarsità della risorsa o per malfunzionamento degli impianti, la ditta si impegna ad intervenire repentinamente per ripristinare il servizio e, ove possibile, ad avvertire l’utenza.

Condizioni di fornitura. La ditta garantisce le condizioni di fornitura presenti in parte nella carta dei servizi e nel contratto di fornitura.

Privacy. La ditta utilizza i dati personali dei propri utenti, solo se necessario all’esercizio della propria attività, garantendo il rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali e sue successive modifiche ed integrazioni, tali dati possono essere divulgati esclusivamente al fine di consentire i necessari adempimenti inerenti l’errogazione del servizio, (stampa e spedizione bollette, attività di recupero crediti).

SEZIONE II – Le strutture e i servizi forniti

L’acqua distribuita proviene da un pozzo di profondità di circa 75 metri dal piano campagna ubicato in un terreno di proprietà sito a Belpasso in provincia di Catania. L’acqua proveniente da questo pozzo è di ottima qualità e adatta agli usi idropotabili, viene immessa direttamente nelle condutture di distribuzione fino ad arrivare alla consegna. Le condutture hanno una lunghezza di circa 50 chilometri per tutta la distribuzione, e fino alle vasche comunali di Motta S. Anastasia e Misterbianco. Lungo questo percorso della tubazione principale, avvengono le diramazioni fino agli utenti finali contrattualmente impegnati con la nostra fornitura. La qualità dell’acqua è tenuta sempre sotto controllo e vengono effettuate analisi periodiche come previste dalla legge.

Servizi forniti

I territori servizi per l’utilizzo di acqua per usi idro-potabili sono:

  • Motta S. Anastasia
  • Misterbianco
  • Belpasso
    • Z.I. Piano Tavola
    • Valcorrente

L’acqua ad uso potabile viene erogata 24 ore su 24, continuativamente per tutta la durata dell’anno, tramite reti di distribuzione in pressione. Tutta l’acqua erogata viene misurata tramite appositi strumenti volumetrici (contatori).

Il calcolo dell’importo da fatturare alle utenze viene effettuato esclusivamente in funzione del volume effettivamente erogato. La fatturazione delle forniture all’ingrosso avviene mensilmente. Per quanto riguarda le Utenze Dirette la fatturazione avviene secondo le modalità di seguito esposte.

SCARICA LA CARTA DEI SERVIZI COMPLETA